Qui si pensa che il metodo scientifico sia la base del progresso umano; che il relativismo scientifico sia la base della scienza moderna; e che Darwin sia un grande.

Sunday, February 13, 2011

Relatività romena

Immaginate questo trafiletto della cronaca romana come sarebe stato presentato se un romeno avesse violentato, minacciato, filmato e provato a estorcere 20 mila Euro ad un'italiana.

20 comments:

red said...

Prendetevi solo la metà dei campi rom che abbiamo qui, con solo la metà dei crimini connessi e poi riparleremo della stampa anti-rumena che abbiamo qui da noi.

red

delio said...

ahimé, red ha ragione. carletto, i rom (senza cittadinanza tedesca) in germania li buttano direttamente in kosovo, per non sapere né leggere né scrivere.

delio said...

(detto questo: red, che c'entrano i rom (che in italia non sono neanche 150.000, di cui gran oltre metà con passaporto italiano) coi rumeni? così, lo chiedo senza particolare simpatia o antipatia per nessuno dei due gruppi.)

red said...

Caro, i rom con passaporto italiano non sono la maggioranza dei rom, specialmente con le ondate degli ultimi anni.

A meno che non ci abbia pensato qualche politico progressista particolarmente illuminato a fare avere loro il passaporto.

Non so cosa ci facciano in germania con i rom magari non li fanno entrare tu che dici ? e magari non permettono loro di accamparsi tu che dici ?
O di delinquere liberamente, tu che dici ?
O magari non regalano loro le case ALER come vuole fare la Moratti a Milano tu che dici ?

Ma noi abbiamo i Delio, quelli del razzismo al contrario, contro gli italiani, a favore dei rom.

red

Luigi said...

Anch'io sono un razzista al contrario, quelli come red li considero una sottospecie di frustrati paranoici ma, a differenza loro, penso che abbiano dirittto a di dire quello che vogliono.

Luigi

red said...

Hai ragione Luigi, me lo sono sognato che la Moratti regala le case ai rom.

Ma sai che c'è ? Che mentre questi ricevono in dono le case della Moratti io pago gli interessi (carissimi) sul mutuo a una banca assassina mentre i benpensanti come voi si riempiono la bocca di parole come integrazione e fratellanza.

E sai che c'è ? Che se per sbaglio mi bevo 2 birre la sera e mi fermano pago una multa salatissima e mi ritirano la patente.

Ecco qual'è il razzismo al contrario della fratellanza e dell'integrazione.

E stiamo qui a criticare la stampa antirumena come fa carletto ? Ma scherziamo ?

red

delio said...

non hai risposto alla mia domanda: che cazzo c'entrano i rumeni (quasi 2.000.000 in italia, a quanto mi risulta) coi rom (di cui circa 70.000 senza passaporto italiano, e di questi ad esagerare la metà di origine rumena)?

è questo quello che mi fa imbestialire di gente come te, red: che anche quando interloquisci con persone che non ti stanno dando torto nel merito (anche se ovviamente il torto marcio ce l'hai, ma per tua fortuna non lo stavo rimarcando), non riesci comunque a dare un minimo di dignità ai popoli di cui parli differenziandoli. tutti africani, tutti cinesi, tutti rumeni (bontà tua: è già una descrizione piú dettagliata delle altre due).

Carletto Darwin said...

Delio, s'è sbagliato. È come Fonzie, quando si sbaglia ha difficoltà ad ammetterlo..

red said...

I numeri che porti sono semplicemente falsi.
Rom e Sinti hanno passaporto rumeno e si riversano in italia da quando c'è quella figata della libera circolazione di persone e capitali nella ue.

E comunque troppo facile parlare di passaporto. Parliamo del paese d'origine. Parliamo del colore della pelle, nera e sporca.
Parliamo di che gente sono e del rispetto che hanno per noi. 70.000 non sono pochi se delinquono al 100%.

Sono mai venuti a rubare a casa tua ? Sono stati a casa di mia madre, entrati con lei in casa. Che bella gente.

Delio quello che invece mi fa imbestialire di gente come te è siete lontani anni luce da quello che succede in strada adagiati sui sedili delle vostre mercedes.


red

red said...

Ciausescu li prendeva a calci nel culo sia i rom che i sinti, o al massimo li usava come picchiatori.
E in romania non vedevano l'ora che si aprisse l'europa per vederli andare fuori dalle palle.

E questo mi parla di rom con passaporto italiano quasi a sdoganarli sti animali.

red

red said...

Ah e carletto che pensa che io abbia sbagliato, pensi a come la polizia tedesca tratta simili delinquenti e a come quella italiana abbia le mani legate e sia nel 99% dei casi costretta al rilascio e a come la magistratura italiana si diverta a perseguitare berlusconi dimenticandosi molto volentieri dei mafiosi e dei delinquenti comuni.

Scendete dalla maserati che vi diventa il culo flaccido anche a voi, c'è un mondo diverso là fuori.

red

red said...

http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=31227

"... sull'ingresso della Romania nello spazio Schengen entro il 2011 ha giocato tutta la propria credibilità politica ma si è dovuto scontrare contro l'insormontabile, per ora, veto all'ingresso immediato espresso inizialmente da Olanda, Francia e Germania, cui ultimamente si è aggiunta la Finlandia ..."

ma tu guarda che caso, i tedeschi contrari all'allargamento alla romania di schengen. E' da non credere, sono un popolo cosi' civilizzato, poverini.

Poi tanto andrà a finire che anche la germania accetterà solo che da loro la magistratura i campi mica glieli fa fare da noi .... "venghino venghino"

Per quanto invece riguarda questo genio del PDL Alfredo Mantica (che potrebbe essere il razzista al contrario Delio) mi devo informare. Preparatevi a un pistolotto che vi sto preparando su complotto massonico per la distruzione della cultura cattolica passando per le ondate migratorie.

red

red said...

Sempre a proposito, splendida Ida Magli sul giornale:

http://www.ilgiornale.it/interni/lue_ci_lascia_soli_a_fronteggiare_clandestini/emergenza_mediterraneo-cie-sbarchi-immigrati-clandestini-ue/15-02-2011/articolo-id=506160-page=1-comments=1

delio said...

demente, mercedes a chi? io vivo contento in un quartiere abitato al 90% da turco-tedeschi, che in germania sono l'equivalente dei rumeni in italia.

e per inciso: se sai cos'è l'accordo di schengen, sai bene anche che i controlli alle frontiere non potranno bloccare neanche un rumeno. quindi i (beceri) motivi che spingono francia e germania a rifiutare l'estensione di schengen alla romania (e soprattutto alla bulgaria) sono altri.

red said...

Altro errore clamoroso, I turchi in germania non sono come i rumeni in italia.

E il motivo è che i turchi in germania sono rispettosi delle istituzioni dello stato tedesco.
E' uno dei prerequisiti per poterci vivere da immigrato in germania. E' la base del multiculturalismo alla tedesca che, pur avendo dei difetti, si basa sul rispetto imprescindibile delle regole.
Se sgarri sei fuori.
Ed è proprio questo a cui mi riferivo: sproloquiate dall'alto avendo perso contatto con la situazione italiana di cui vi interessano solo le puttane di berlusconi. Ma della gente normale e della minaccia che per questi rappresentano gli extra che fanno quello che vogliono vi siete dimenticati o non vi siete mai accorti.
Poi se giri in mercedes o con la ubahn a me poco interessa.

E quali sarebbero questi motivi che spingono le 3 nazioni + prospere a storcere il naso di fronte a schengen ? Sentiamo.

Facciamo cambio, ci prendiamo 200.000 turchi e vi diamo 200.000 rom con cani, roulotte e pistole incluse, deal ?

red

Carletto Darwin said...

E facciamolo sto cambio; poi vediamo che, dopo dieci anni, i rom qui si sono integrati, e i turchi in Italia fanno casini.
Chissà se magari quel giorno capirai che tu non sei parte della soluzione, ma del problema.
Chissà.
Dai c'è Sanremo... distenditi un po'. E ricordati che "gli altri siamo noi".

red said...

Quello che dipingi è uno scenario reso possibile dal fatto che avete una polizia e una magistratura che funzionano.
Ma non arriverei a parlare di integrazione. I turchi da voi non sono certo integrati. Magari hanno fatto i soldi ma integrati non lo saranno mai.
E' come ci ha creato dio, divisi, cosi' restiamo svegliatevi.
E mai mi dimeticher' le interviste ai tifosi turchi prima della semifinale del 2002 dove speravano in una vittoria contro i tedeschi di cui avevano piene le scatole.

Sanremo mai guardato, poi guarda non mi va giu' che Benigni prenda 200k quando da saviano è andato gratis.

red

red said...

Ottimo articolo di Giacalone:

http://www.davidegiacalone.it/idee-e-memoria/razzismo-e-multiculturalismo/

red

delio said...

schengen? mercato del lavoro, ovviamente.

sull'integrazione dei turco-tedeschi in germania, è evidente che carletto ha una visione molto parziale; ma è altrettanto evidente che in italia se ne sa molto poco.

> Se sgarri sei fuori.

ah ah ah. che visione da barzelletta che hai della germania.

nelle grandi città (e a berlino e amburgo in particolare) ci sono interi quartieri in mano a piccoli delinquenti di origine turca e araba. i länder dell'ex rdt sono pieni di giovani neonazisti di origine russa. nella ruhr la 'ndrangheta è potentissima. in alcune scuole chi in cortile durante la pausa parla tedesco viene menato, e ci sono tanti altri episodi di razzismo al contrario che non sto ad enumerare.

i tedeschi ovviamente non ne sono felici, e piú si guarda a destra piú c'è insofferenza. però (soprattutto per motivi storici, secondo me) anche la stampa conservatrice piú becera (cioè bild, welt e focus) ha toni molto piú cauti di quelli dei giornalacci italiani, e nessuno parla di rimpatriare o espatriare abitanti alla cazzo.

poi, sinceramente non capisco il problema dei turco-tedeschi che tifano contro la germania. a parte che è un fenomeno limitato (uno dei cantanti piú popolari in germania è una specie di gangsta-rapper tedesco-tunisino che in un sacco di interviste racconta di come il suo animo sia diviso tra origine arabe e realtà tedesca, e come lui ce ne sono milioni, che tifano germania E tunisia (o bayern E fenerbace, o palermo, o salcazzo)), ma davvero non vedo il problema se uno non vuole integrarsi. negli usa il modello culturale è molto meno basato sull'integrazione di quanto non sia in germania, e nessuno si lamenta. integrarsi è bello e ti semplifica la vita, ma che senso ha imporlo?

red said...

Spunti interessanti Delio almeno questa volta non ti sei solo limitato a darmi del demente.

Io parlavo di delinquenti comuni non di clan mafiosi. E in particolare di un tipo di delinquenti comuni, quelli che nella vita delinquono e basta. I rom.

"Se sgarri sei fuori". Si intende il rispetto delle regole davanti a tutto.
In Germania questo rispetto lo ottengono anche dagli immigrati che siano o meno integrati.
E l'immigrato (che abbia piu' o meno voglia di integrarsi) si accorge immediatamente che convivenza e integrazione sono molto piu' semplici e veloci se tutti gli immigrati osservano le regole che vanno pero' anche fatte osservare (aggiungo io, anche con l'uso della forza).

E non c'entra il solito discorso che nemmeno gli italiani rispettano le leggi perchè non è vero. Io le multe le devo pagare, conta quanti di questi pagano il biglietto sul bus. Quanti pagano la corrente concessa dai comuni, quanti pagano la tassa sull'immondizia, o le multe che la polizia fa loro.

In Germania ci sono stato e diverse volte e mai ho visto le gang turche di cui parli tu. Mi riesce difficile da credere questa e il motivo è che avete delle forze dell'ordine e dei giudici che funzionano bene. E' piu' che sufficiente come disincentivo.

Come dice Prosperini: "Condividere i valori, rispettare le leggi. Se rispetti e osservi bene se no te turnet a cà".

red