Qui si pensa che il metodo scientifico sia la base del progresso umano; che il relativismo scientifico sia la base della scienza moderna; e che Darwin sia un grande.

Thursday, August 14, 2008

Vent'anni fa

Alle tante domande sull'italianità e sul genio italico ho sempre risposto orgogliosamente in tanti anni a zonzo per il mondo che c'è una persona che in sè ha racchiuso splendidamente tutto il carattere dell'Italia e della sua millenaria storia.
Enzo Ferrari, l'uomo che, solo col suo carattere, non ha mai avuto paura di sfidare il mondo intero. Della politica, dello sport, dell'economia. E che aveva sempre in testa la soluzione, anche se poi ci voleva tanto a realizzarla. Ferrari ci ha lasciato un'eredità stupenda di mito e lavoro, di arte e dedizione, nelle sue auto e nel suo modo di intendere il lavoro. Totale e totalizzante, per lui e per quelli intorno.
La stessa pasta di Leonardo, Michelangelo e di nonno Raffaello. Quella pasta che ti fa vedere sempre le cose di traverso, che non ti fa aver paura di nulla, e che ti porta ad arrivare dove nessuno pensava si potesse andare.

No comments: